Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo la pagina web o cliccando qualunque altro suo elemento acconsentirai all'uso dei cookie. Se vuoi avere maggiori informazioni o sapere come negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca qui
Ho capito
Gruppo HubertusAssociazione Ornitologica Capannisti TrentiniGruppo Esperti Val RendenaGruppo Conduttori Cani da RecuperoGruppo Cacciatrici TrentineAssociazione Beccacciai TrentiniProsegugio TrentinaGruppo Cinofilo Trentino




bassa_valsugana

 

 

 

Presidente di Consulta: ENRICO BATTISTI

Tecnico: SANDRO ZAMBOTTI

Guardiacaccia capozona: WALTER FRONER

Guardiacaccia: CLAUDIO TRENTIN

 

Il Distretto della Bassa Valsugana si trova nella porzione sudorientale della Provincia Autonoma di Trento ed è confinante con la Provincia di Vicenza a sud-est, con il Tesino a nord-est, con la Val di Fiemme a nord, la Val dei Mocheni-Pinè e l’Alta Valsugana a ovest. La sua estensione totale è di circa 30.500 ettari suddivisi in 10 Riserve di caccia e in una Azienda faunistico-venatoria. Il territorio si estende dai 200 m s.l.m. del solco vallivo della Vasugana, fino ai 2.478 m di Cima Ziolera nella Catena del Lagorai.


bassa_valsugana_i1

 

Il substrato geologico varia dal calcare che caratterizza tutta la destra orografica della Valsugana, con l’unica eccezione del Monte Zaccon porfirico, alle rocce porfiriche/metamorfiche della catena del Lagorai. Sono presenti in buon numero tragli Ungulati alpini Capriolo, Cervo e Camoscio. Sono ben presenti anche tutti i Galliformi alpini, dal Gallo Cedrone alla Pernice bianca con una buona presenza anche della Coturnice. La popolazione di Cervo del Distretto rappresenta un caso degno di essere ricordato, nonostante le sue limitate dimensioni, specie se raffrontata con popolazioni più vecchie e “blasonate”, il Distretto Bassa Valsugana è riuscito negli anni a presentare alle mostre trofei importanti, segno di una popolazione ben strutturata e con una buona presenza di soggetti adulti e vecchi; è la Riserva di Telve-Telve di Sopra-Carzano ad ospitare la porzione più importante di cervi, ma la specie è ormai ben diffusa in tutto il Distretto comprese le Riserve più piccole.


bassa_valsugana_i2

 

Discreta la consistenza del capriolo che, dopo la crisi degli scorsi anni sta progressivamente tornando a densità adeguate. Il camoscio è specie ben presente in tutto il distretto, anche se la parte settentrionale è stata interessata dalla rogna sarcoptica la specie costituisce una parte importante del carniere degli ungulati. Nel distretto è presente anche il cinghiale, il suide è sottoposto a controllo da parte dei cacciatori in parte della porzione meridionale del Distretto.